2013: Giù le mani da Fano Jazz By The Sea!

posted by AleJazz, In Dicono di Noi

In questo articolo si parla di: Fano Jazz By The Sea

Vi ricordate la petizione che qualche anno fa ha contribuito a salvare Fano Jazz By The Sea?

È l’inverno del 2013 quando, nel bel mezzo dei preparativi per la XXI edizione del festival Fano Jazz By The Sea, già provata dai vari tagli, Adriano Pedini riceve una pessima notizia dall’Assessorato alla Cultura: per il festival non c’è più certezza di poter contare sullo storico contributo dell’Amministrazione, colonna portante nell’organizzazione della manifestazione. Questa tradizione ed eccellenza nella cultura fanese, frutto di impegno, passione, professionalità, sembrava giungere tristemente al termine.

Di fronte alla possibilità di perdere questa opportunità formativa, professionale, (ri)creativa, ecco i cittadini di Fano reagire con fermezza, sostenuti dal resto del pubblico italiano e straniero del Fano Jazz By The Sea. Oltre 1500 persone si sono schierate in difesa della manifestazione, da poco apparsa tra i dieci migliori festival jazz Europei raccomandati dal The Sunday Times.

La petizione su Change.org

Alla petizione lanciata dallo staff di Fano Jazz Network su Change.org (che trovate QUI), i fan dell’evento hanno risposto positivamente non solo con la loro sottoscrizione, ma incoraggiando l’amministrazione a rinnovare il sostegno economico al festival con parole d’affetto e di stima per chi da anni si impegna nel progetto.

E così, la speranza di Adriano Pedini “che questo festival non muoia, ma che passato questo momento di difficoltà possa ancor più svilupparsi come merita e come ha dimostrato di fare in questi vent’anni, contribuendo al miglioramento dello standard di vita di tutta la comunità”, si è concretizzata grazie alla conferma del supporto economico dell’amministrazione.

petizione fano jazz
Da un momento difficile sono nate delle conferme, grazie al sostegno del pubblico!

Un segnale forte ed importante del legame già allora più che consolidato tra il pubblico ed il festival, che gli utenti che hanno commentato la petizione definiscono “indubbiamente la più importante manifestazione musicale mai fatta a Fano”, “una delle più riuscite e importanti manifestazioni culturali della nostra provincia” e “un’iniziativa culturale che contraddistingue Fano nel panorama nazionale delle rassegne musicali”.

Molti sono i riferimenti ai benefici che Fano Jazz by the Sea ha portato alla città di Fano in questo difficile periodo economico: “Questa rassegna ha sempre donato a Fano un’immagine di città turistica raffinata e un grande lustro”.

Leggendo i vari commenti (“Grazie a Fano Jazz ho conosciuto la vostra stupenda città. È stato il miglior biglietto da visiva che potesse avere Fano!”), sembrano essere molti i turisti che considerano Fano Jazz By The Sea uno dei motivi per scegliere nuovamente Fano per le loro vacanze. Il legame con la città sarà un elemento molto importante per la causa, a cui i turisti hanno contribuito firmando la petizione in difesa di quella che definiscono “una eccellenza nazionale”, “una tradizione bellissima che arricchisce le nostre vacanze in Itala” e che “ha fatto conoscere Fano nel mondo”.

Considerando quanto negli ultimi anni la manifestazione sia cresciuta, possiamo quindi affermare a gran voce che l’invito dei fanesi (“La cultura porta turismo, investiamo sul bello!”), accolto dall’amministrazione comunale, ha dato i suoi frutti!